Vittorio Veneto – Botteon: «I vittoriesi hanno deciso di essere liberi e partecipi della città»