Longarone – Bernardi: «Oggi le persone cercano nel cibo una conferma di indentità»